produzione Anfiteatro

Debutto Nazionale

Prodotto nell’ambito di Progetto ConTatto - Trame riparative nelle comunità

Sostenuto da Fondazione Cariplo - Programma “Welfare in Azione”

Con Marco Continanza 

Testo e regia Giuseppe Di Bello

Organizzazione Michele Ciarla

 

10+

 

 

“Le persone debbono imparare ad odiare. E se possono imparare ad odiare allora può essere loro insegnato anche ad amare. Perché per la natura umana l’amore è un sentimento più naturale dell’odio.” Dov’è quell’angolo del nostro cervello o del nostro cuore dove nascono le idee “buone”? È davvero un mistero, soprattutto se si considera una vita come quella di Nelson Mandela, nato in una nazione oppressa dal razzismo, dalla violenza che questo ha generato e dal suo sfociare nel terribile regime che è stato l’Apartheid. Questo sistema, privo di pietà, che ha vessato lui, la sua famiglia e il suo popolo e che infine lo ha rinchiuso in un carcere su una piccola isola in mezzo all’oceano solo per le sue idee; in una cella di due metri per due per 27 anni, non solo non è riuscito a piegarlo ma sembra avergli offerto l’opportunità di maturare una profonda umanità, cosa che lo porterà ad elevarsi tra i grandi spiriti della storia dell’umanità.

09 maggio, giovedì

ore 15.30

 

TEATRO VERDI 

Via Pastrengo 16, 20159 Milano

tel. 02 27 00 24 76

 

info@festivalsegnali.com